I ragazzi di Senigallianotizie mi hanno intervistato in merito al servizio Business View: leggi l’intervista

3 marzo 2015
by Andrea Carli

I ragazzi di Senigallianotizie mi hanno intervistato, qualche settimana fa, in merito al servizio Business View di Google, dopo averlo realizzato per i loro uffici. Leggi l’intervista: 

20150220-business-view-netservice-1

Domanda. Ciao Andrea, come sta procedendo il progetto Google Maps Business View?

Risposta. Ciao! Alla grande, nella zona intorno a Senigallia è possibile esplorare circa un centinaio di attività, alcune di queste stanno pianificando il secondo servizio fotografico per l’aggiornamento del tour e conto di includerne tante altre nei prossimi mesi, per arrivare in estate con una copertura ancora più estesa.

D. Per quale motivo un’attività commerciale dovrebbe aver bisogno di un Virtual Tour?

R. Il 94% delle persone in Italia usa Google (fonte Statcounter) per cercare risposte alle proprie domande. Se cerchiamo un prodotto o servizio in una zona, potremo avere un’anteprima di ciò che troveremo in quell’attività, potendo quindi interagire e farci un’idea ancor prima di recarci di persona. Inoltre, utilizzando il Virtual Tour attivamente e includendolo nelle strategie pubblicitarie, le attività possono avere benefici ben maggiori, fidelizzando e coinvolgendo gli utenti.

D. Senza parlare dei vantaggi dal punto di vista turistico, per una città come Senigallia.

R. Esattamente, tutti abbiamo usato Street View per vedere una strada o un quartiere. Offrire la straordinaria opportunità di vedere dentro strutture ricettive e negozi significa mostrare, a chi pensa di venire in vacanza a Senigallia, che ci sono tante attività valide e interessanti dove poter soggiornare o fare acquisti e, addirittura, fargli decidere prima dove andare a comprare!

D. Quali sono le attività che sono maggiormente attratte dal servizio?

R. Ci sono vantaggi ben diversi per ogni tipologia di attività: se i plus sono evidenti per il settore turistico e della ristorazione, pensa anche ad esempio a chi ha un e-commerce: mostrare anche un negozio fisico dove ci si può “entrare dentro”, oltre al negozio online, permette a un potenziale acquirente sperduto in chissà quale luogo del mondo di fidarsi maggiormente, accrescendone esponenzialmente le possibilità di acquisto. Oppure, vedere se un locale è adatto a una determinata situazione, o se ha un certo tipo di prodotto, o ancora un artigiano che vuol mostrare il suo lavoro a tutto il mondo, così come vedere l’interno di un determinato centro estetico … le possibilità e le applicazioni sono infinite!

D. Il Virtual Tour aiuta un’attività a comparire prima nei risultati di ricerca?

R. Certamente, ma non da subito: è quello che viene definito in gergo tecnico “seo organico”, ovvero mettere in atto tutte quelle operazioni, tra cui anche il Virtual Tour, che aiutano Google a far riconoscere l’attività come “da consigliare” a un utente che la cerca. Infatti, l’obiettivo di Google non è mostrare un’attività piuttosto che un’altra (per quello c’è Adwords Express), quanto piuttosto offrire all’utente la migliore risposta possibile in base al tipo di attività che cerca. Queste operazioni sono già incluse all’interno dei miei servizi come fotografo certificato.

D. Qual è il costo di questo servizio ?

R. Per un’attività di piccole dimensioni parte da circa 300 euro, a seconda delle aree da fotografare, senza alcun abbonamento e con tutto il necessario per essere poi autonomi nella gestione.

D. Oltre a far visitare dentro le attività commerciali, quali applicazioni hanno le immagini panoramiche nell’uso quotidiano?

R. Dal 2007 Google ha iniziato a mostrare le prime immagini di Street View in USA, espandendole poi nel 2008-2009 ad alcune località italiane ed europee. L’evoluzione ha portato a includere luoghi di importanza storico-culturale e turistica come, ad esempio, le immagini delle vie di Venezia, le isole Galapagos, la foresta dell’Amazzonia, l’Antartide e la Barriera Corallina, solo per citarne alcune tra quelle che mi hanno colpito di più. A Senigallia, proprio in questi giorni, sono state aggiornate le immagini riprese a ottobre 2014, includendo anche le vie del centro storico e il lungomare non più in pieno inverno. Il tutto è visibile abilitando la vista Street View sulle mappe di Google. Inoltre, con la realtà virtuale che ci offriranno visori virtuali, come il super economico Google Cardboard, potremo goderci le splendide immagini di tutto il mondo direttamente da casa, potendo vedere così se vale davvero la pena pianificare un viaggio in carne ed ossa in un luogo specifico! Potete scoprire di più su questo servizio Google visitando il suo blog oppure sulla sua pagina dedicata ai virtual tour.

 

Google Street View dentro la tua attività?

Inizia da qui!

Share

Leave a Comment