Google Maps migliora ancora il sistema di recensioni grazie alle Guide Locali

guide locali google

Nell’ottica di avere una reale rappresentazione del mondo odierno, il team di Google Maps ha lanciato lo scorso Febbraio il programma per le Guide Locali, ovvero persone che volontariamente lasciano recensioni di alta qualità e descrivono esperienze presso attrazioni e luoghi presenti nelle mappe di Google, aiutando così la scelta a potenziali turisti o visitatori a trovare i migliori posti in una città, mostrando così nuovi dettagli, fotografie e evidenziando particolarità o servizi di un’attrazione o di un locale.

Cosa cambia dalle tradizionali recensioni?

Rispetto a portali come Tripadvisor, dove tutti possono scrivere più o meno tutto quello che vogliono, le guide locali devono impegnarsi a lasciare recensioni di buona qualità, autentiche, ben organizzate, giustificate e bilanciate per ogni prodotto o servizio, e soprattutto, devono comportarsi come un cittadino responsabile a rappresentare la zona. Io ho più volte ricordato come, quando lasciano una recensione su Google, il comportamento degli utentsia molto più responsabile piuttosto che su altri portali, perchè molto spesso le recensioni vengono lasciate con il proprio nome e cognome piuttosto che un nickname e ciò aiuta a responsabilizzare le persone quando devono esprimere un giudizio o una critica, purché fosse costruttiva. Con Guide Locali questo aspetto viene enfatizzato maggiormente fornendo una sorta di guida turistica 2.0 a disposizione di tutti.

Pensate ad esempio ad un bar che fa un caffè macchiato davvero squisito, o un locale che ha delle birre molto particolari: sono tutte cose che rimane difficile evidenziare nelle informazioni di base per chi ha un’attività: un conto è che a parlarne sia il proprietario, un altro è che sia una persona comune. In questa ottica le Guide Locali aiuteranno così le attività e le attrazioni a evidenziare i loro punti di forza fornendo una esperienza positiva per tutti gli utenti che utilizzano Google Maps.

La novità di questi giorni per le guide locali:

Dopo la possibilità di navigare offline e l’aggiornamento per hotels di cui ho parlato nel mio gruppo facebook, Google ha aggiornato anche il programma “Guide Locali” fornendo vantaggi a coloro che partecipano nel migliorare e aggiornare le informazioni sulla città, non solo attraverso le recensioni ma anche l’aggiunta di fotografie e la modifica di informazioni su attività, attrazioni, strade, ecc, fornendo così contenuti sempre più aggiornati per l’utente. Una delle ultime novità è che Google Maps è stato arricchito di nuove funzioni che permettono di votare e dare informazioni sui posti visitati in base alla propria cronologia delle posizioni: in questo modo non dobbiamo più stare a ricordarci dove siamo stati, ma ce lo dirà direttamente Google, basandosi sulla posizione del nostro telefono oppure sfogliando la cronologia dei luoghi nel nostro profilo Google Maps.

Quali sono i benefici per le guide locali?

Con le guide locali Google vorrebbe quindi aumentare il numero di recensioni non solo di quantità ma anche di qualità, e per far ciò ha rilasciato una serie di benefici e vantaggi esclusivi che saranno rilasciati progressivamente agli utenti. In sostanza, aiuti altre persone e in cambio ottieni alcuni vantaggi come ad esempio l’accesso in anteprima a nuove funzioni di Google Maps o un maggiore spazio di archiviazione su Google Drive. Il sistema di punteggio prevede un punto per 5 attività che è possibile fare su Google Maps, ad esempio ogni foto caricata, ogni luogo mancante aggiunto, ogni modifica fatta ad un luogo esistente, ad ogni recensione lasciata e rispondendo alle domande:

guide locali google guide locali google guide locali google guide locali google 2015-11-13_10h26_48

 

La cosa che più mi piace in questo sistema è che le recensioni riacquistano il loro vero valore, ovvero non di giudicare un ristorante per far scalare una fantomatica classifica ( vedi tripadvisor ), ma quello di evidenziare le specialità di un locale e\o di fornire suggerimenti imparziali, equilibrati e autentici, anche quando un luogo non è proprio all’altezza della situazione: con una recensione equilibrata e motivata, si aiuteranno i proprietari di attività commerciali a migliorare i propri servizi e ad apprezzare comunque un’eventuale critica. Come diceva Otto von Bismark: “accetto la più aspra critica, a patto che sia imparziale!

Se vuoi diventare Guida Locale iscriviti qui !

Se hai un account Facebook, puoi rimanere aggiornato sulle ultime novità in tema di Local Search e Google Maps, con dritte e consigli gratuiti – Visita il gruppo

 

Scopri come funziona la Local Search

Scopri alcune attività già online

Offri un’anteprima degli interni con Google Street View

Leggi le recensioni

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua azienda (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

    Google Maps permette ora la ricerca e la navigazione offline! Ecco cosa cambia:

    google maps offline

    Ieri in un post il team Google Maps ha annunciato la possibilità di usufruire delle mappe di Google anche in assenza di connettività internet. Si tratta di un notevole passo in avanti per ribadire ancora una volta la leadership, oltre che nella ricerca, anche nella navigazione dei sistemi Google. Il 60% del pianeta ad oggi è sprovvisto di una connessione ad internet e fino ad oggi il rapido accesso a navigazione e ricerca luoghi è venuto meno. Con questo aggiornamento possiamo scaricare una porzione di una mappa nel nostro tablet o smartphone e l’app ci permetterà di continuare la navigazione e la ricerca anche in assenza di connettività internet, ad esempio quando siamo all’estero o in un garage sotterraneo.

    Perchè è così importante? 

    Come forse già sapete, io sono di Senigallia, città che vive di turismo ( si stima che nell’ultimo anno a Senigallia ci siano stati 17gl0 mila turisti, di cui oltre 25 mila stranieri ). Ora, con questo aggiornamento i turisti stranieri che non hanno una sim per navigare su internet in italia, potranno utilizzare le mappe di Google ( e le destinazioni come le attività commerciali, hotel o stabilimenti balneari  ) anche in totale assenza di connettività. L’unica cosa che dovranno fare è scaricarsi una porzione della mappa della città dove si trovano sul proprio dispositivo, e potranno così accedere a indicazioni stradali, ricerca di destinazioni specifiche, trovare informazioni su luoghi, orari di apertura, informazioni di contatto o recensioni degli utenti. Questa funzione è molto utile anche per i turisti italiani che possono così risparmiare traffico dati prezioso scaricandosi le mappe sul telefonino. In passato, dal 2013, era già possibile scaricare una porzione della mappa e poterla visualizzare, ma senza utilizzare la ricerca di luoghi o la navigazione

    Come si attiva?

    Al momento in cui scrivo, l’aggiornamento della app Google Maps è in fase di roll-out, ovvero rilascio in tutto il mondo, arriverà a breve nel Play Store e leggermente dopo nell’Apple Store. Basterà avviare l’applicazione, fare una ricerca di una destinazione, selezionare l’area d’interesse e cliccare su “Download”. A seconda delle dimensioni dell’area sarà possibile scaricare in pochi secondi l’area di interesse e avercela sempre a disposizione!a80dad6b-b93b-4cb3-8b18-3f4e0fd88fe8

    Perchè è interessante per chi possiede un’attività?

    Questa novità porterà ulteriore pubblico a utilizzare le Google Maps, e soprattutto le informazioni sulle attività commerciali come ristoranti, negozi, etc che ha Google sono molto più complete rispetto a qualunque altro sistema di navigazione. Essere presenti con una scheda aziendale Google curata porterà nuovi clienti a trovare con più facilità la vostra attività e di conseguenza preferirvi rispetto ad attività concorrenti.


     

    Se hai un account Facebook, puoi rimanere aggiornato sulle ultime novità in tema di Local Search e Google Maps, con dritte e consigli gratuiti – Visita il gruppo

     

    Scopri come funziona la Local Search

    Scopri alcune attività già online

    Offri un’anteprima degli interni con Google Street View

    Leggi le recensioni

      Il tuo nome (richiesto)

      La tua azienda (richiesto)

      Telefono (richiesto)

      Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

      #FacceDaStand : ecco le foto degli stand del Pane Nostrum!

      pane nostrum 2015

      Si è concluso ieri il Pane Nostrum, e in questa semplice raccolta foto ho voluto fotografare tutte quelle persone che per 4 giorni sono state rinchiuse in 8 metri quadrati e hanno tenuto ancora una volta alta la bandiera della bontà e del buon gusto di Senigallia.

       

      Naturalmente un grazie va anche a tutta l’organizzazione, al comune di Senigallia, a confcommercio marche centrali  e agli amici di Connect@you, il  sistema WiFi che ha offerto una connessione internet gratuita per tutta la durata dell’evento. A presto con altre immagini, video & more…

       

      PS: Occupandomi di fotografia panoramica e ottimizzazione delle attività nella Local Search su Google, ho pensato ad un’offerta per tutte le attività presenti. Se ti può interessare, guarda il video qui sotto e contattami da questo modulo 😉

       

      buona visione!

      pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia



      pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia pane nostrum senigallia

      Siamo al Pane Nostrum a Senigallia, allo stand Connect@you !

      panenostrum

      Venerdi 18 e Domenica 20 Settembre, sarò presente alla fiera del Panenostrum allo stand Connect @ you. Ci sarà uno schermo che farà scorrere tutte le attività mappate in questi due anni di fotografia panoramica e brochure pieghevoli che potrete ritirare per approfondire il servizio di Virtual Tour e Local Search su Google.  Siamo qui:

      Connect@you

      Connect@you è un sistema di autenticazione wifi che sarà presente alla fiera del panenostrum e offrirà connessione internet gratuita a tutti i presenti, autenticandovi direttamente tramite il vostro account Facebook in pochi istanti. Questa soluzione l’ho consigliata a molti miei clienti con un alta affluenza di persone in quanto, offrendo un sistema wifi gratuito e affidabile, è possibile creare un database di clienti in brevissimo tempo, potendo così tenerli aggiornati sulle vostre iniziative. Nessun rischio di sicurezza per l’attività che offre wifi gratuito, in quanto eventuali attività illecite sono facilmente rintracciabili e sarà compito del sistema risalire all’utente tramite il MAC Adress, inoltre il sistema redistribuisce la banda disponibile per ogni utente offrendo così una migliore connettività, facendo fare bella figura con una wifi semplice, rapida e funzionale.

       

      Quando arrivate in piazza del duca, basta andare nelle reti wifi disponibili del vostro dispositivo e connettersi a “FreeWiFi@Panenostrum” , e potrete scegliere se autenticarvi tramite facebook check-in o via ticket. Se opterete per la prima opzione basterà accedere con il vostro account facebook, per la seconda opzione potete recarvi nello stand a ritirare un ticket con un codice per la navigazione.

      Virtual Tour

      Se non è la prima volta che passate sul mio sito sapete già cos’è, si tratta di offrire un’anteprima della vostra attività nelle immagini di Google Street View. Il tutto sarà associato alla vostra scheda Google MyBusiness e con una presenza ottimizzata nella ricerca locale di Google, potrete così farvi preferire quando le persone effettuano ricerche.

      Una foto pubblicata da Andrea Carli (@andreacarli_) in data:

      Pane Nostrum

      La XV edizione del pane nostrum, fiera internazionale del pane. Dal 17 al 20 settembre, Senigallia viene inondata dai profumi e dalle fragranze del pane che viene cotto e sfornato in piazza Del Duca, con i forni a cielo aperto che caratterizzano fortemente questa manifestazione.
      Organizzata e promossa dal Comune di Senigallia, da Confcommercio Marche Centrali e C.I.A – Confederazione Italiana Agricoltori – e con il contributo della Camera di Commercio di Ancona, Pane Nostrum si presenta, in veste rinnovata, con un programma ricco di appuntamenti tra show cooking, lezioni di gusto, momenti di intrattenimento, incontri, laboratori, cinema, area food e stand legati alla produzione agricola e panificatoria del territorio. Ecco il programma:

      pane nostrum

       

      Vi aspettiamo!

      Perchè tanti ristoranti investono (saggiamente) su Google Maps?

      Questa estate ho targetizzato molti ristoranti della mia zona invitandoli ad ottimizzare la loro presenza nelle Google Maps. I risultati, che potete leggere oltre che in questo articolo, anche nelle recensioni che mi hanno lasciato, sono molto interessanti. Vediamoli assieme:

      Quante persone effettuano ricerche su Google per ristoranti?

      Per scoprirlo, mi sono affidato ad Adwords Express, la pubblicità di Google a livello locale. Il funzionamento è molto semplice: in base al budget e al volume di ricerca per la categoria scelta (hotel, ristorante, salone di bellezza, ecc ) , Google ti mette come prima soluzione come annuncio sponsorizzato. Durante la pianificazione, Adwords ci fa una stima di quante persone fanno ricerche per quella categoria nell’arco di un mese, e su Senigallia + 25 km abbiamo ben 33 mila persone di pubblico potenziale.

      Senza titolo-1

      Su questo pubblico potenziale, in quanti vedono una determinata attività? La risposta qui di seguito: ho preso alcune statistiche delle schede dei miei clienti, alcuni più grandi, e quindi con un volume di ricerca superiore, altri più piccoli, con volume di ricerca minore. La cosa interessante è che sono tutti comparsi diverse migliaia di volte nei risultati di ricerca Google, ottenendo centinaia di click per indicazioni stradali, click a sito web o telefonate. Not bad!statistiche google mybusiness

      “Ma la gente sceglie il ristorante dalle recensioni su tripadvisor”

      Sono in tanti a sostenere che le persone scelgono dove andare a cena su tripadvisor. Non c’è dubbio che il noto gufetto verde sia un servizio piuttosto popolare, ma c’è una grossa fetta di utenza che non usa tripadvisor e non gliene frega nulla di leggere recensioni scritte da persone che non si sa chi sono.  Trustpilot (clicca per vedere)  è un sito che testa l’affidabilità di siti e brand: inserendo tripadvisor.it, scoprirete che circa una persona su tre ritiene totalmente inaffidabile i contenuti:

      2015-08-20_12h48_19

      A questo va aggiunto il fatto che, quando si sceglie un ristorante, è un po’ poco intelligente basarsi su una classifica come quella di tripadvisor che mette insieme piadinerie, ristoranti di carne e di pesce che per loro natura sono completamente diversi sia in termini di clientela che di prodotti, occasioni e servizi offerti. A questo va aggiunto poi che molte persone amano cercare e scoprire nuovi locali senza pregiudizi.

      Farsi trovare, e farsi preferire

      Le recensioni in generale ( quindi anche quelle su Google e Facebook ) sono molto importanti, ma non sono l’unico strumento che conta. Nei miei servizi cerco sempre di valorizzare a pieno tutti i punti di forza del ristorante facilitando il lavoro dell’algoritmo di Google quando, per una query di ricerca, propone un’attività piuttosto che un’altra. Ecco qualche esempio:

      2015-08-20_12h54_41-0008

      Le persone che cercano su Google, trovano un’attività in 3 modi:

      • Ricerca diretta : ad esempio cercando ” mascalzone senigallia “
      • Ricerca per categoria : ad esempio cercando ” ristorante con discoteca senigallia “
      • Esplorazione delle mappe o inconscia ( stava cercando altro e trova la vostra attività )

      A differenza di Facebook, Google per sua natura si basa sulle ricerche e molti utenti non conoscono ancora la vostra attività. Nei miei servizi, questa ottimizzazione della Local Search è fondamentale per raggiungere coloro che cercano non una attività per nome ma una attività per categoria:

      2015-08-20_12h54_00-0007 2015-08-20_12h57_23-0009

      acquapazza senigallia

      Naturalmente non è sempre possibile mettere in prima pagina una attività per una determinata query, ci sono decine di fattori che incidono nell’algoritmo di Google,  in alcuni casi occorre più tempo, in altri occorre lavorare sul sito web, ma comunque quello che occorre sapere è che avere il Virtual Tour Google senza avere una scheda perfettamente ottimizzata e valorizzata è piuttosto inutile: significa non mostrare la vostra attività a chi non vi conosce ancora. Anche se all’apparenza è tutto chiaro e semplice, per una corretta strategia di Local Search ci sono tanti aspetti da dover conoscere per ottenere il massimo rendimento : si passa dal conoscere il comportamento degli utenti in relazione alla vostra attività alla struttura del sito web a come scrivere determinate informazioni in modo coerente e consistente.

      Presentarsi al meglio

      Una volta che un ristorante riesce a essere ben visibile, occorre essere in grado di presentarsi al meglio valorizzando tutti i punti di forza, utilizzando le immagini panoramiche per raccontare un’attività. E cosi….

      2015-08-20_16h54_26

      da Sailors Club cenate in tranquillità con i piedi sulla sabbia mentre i bambini giocano ( clicca nella foto per vedere il tour ) 

      2015-08-20_16h55_08

      al Ristorante Seta potete esplorare l’esperienza di una cena casereccia a base di carne con il cuoco a vista che cucina per voi ( clicca nella foto per vedere il tour )  2015-08-20_16h55_24

      all’acquapazza potete esplorare l’allestimento matrimoniale della sala interna e esplorare tutta la struttura ( clicca nella foto per vedere il tour )  2015-08-20_16h55_39

      al raggiazzurro cenate sul lungomare guardando il mare  ( clicca nella foto per vedere il tour ) 

      2015-08-20_16h57_01

      al Mascalzone l’ho fotografato al mattino presto per evitare di riprendere troppe persone e concentrando l’attenzione sulla bellezza del locale ( clicca nella foto per vedere il tour ) 

      Conclusioni

      Avere una presenza ben curata, valorizzando tutti i punti di forza anche con immagini ad alta definizione di piatti di ristorante e staff,  aiutano l’attività a farsi preferire rispetto ad altre attività concorrenti. Se funziona davvero? Chiedetelo ai miei clienti, oppure leggete le recensioni sulla mia pagina facebook o qui sotto:

      “Complimenti per la competenza, disponibilità, professionalità!! La collaborazione che abbiamo avuto per Google view interni è stata molto proficua! Grazie Andrea”

      Sandro Frulla, Ristorante Raggiazzurro, Senigallia

      “Sono molto soddisfatta del lavoro fatto per me e ti ringrazio dei tuoi sapienti consigli!! Molto professionale ed onesto… Avanti tutta, sei in gamba!!!”

      Simona Pomoni, America Graffiti Diner Restaurant, Senigallia

      “Andrea sei un grande!!!grazie per l’ottimo lavoro svolto nella mia attività …e’ stato apprezzato da molti miei clienti!!”

      Emanuela Morbidelli, Ristorante El Gatt, Marotta

      Professionale, disponibile e simpatico…gran persona e gran servizio, grazie mille!”

      Thomas Piersanti, titolare, Lo Zodiaco 2.0, Torrette di Fano

      “grazie Andrea per la tua disponibilità e professionalità ottimo investimento!!!!”

      Davide Spadacini, Titolare, Bar Davide, Marotta

      “Ho conosciuto Andrea e posso soltanto dire un ottima persona di grande disponibilità nel suo lavoro e programma innovativo”

      Marco Dellavedova, Titolare LOL Food&drink connection

      “…professionalità e disponibilità eccellenti per Andrea…. davvero bravo fotografo e brava persona”

      Matteo Mandolini, titolare, Ristorante Stop & Go

      “Ottimo professionista cordiale e molto disponibile. Ci ha fatto un bel lavoro su Google”

      Stefano Gaggia,  titolare, Ristorantino da Santin

      vuoi leggerne altre? clicca qui

      Iscriviti nel mio gruppo dedicato alla Local Search su Facebook: https://www.facebook.com/groups/andreacarli/

      Dubbi? Domande? Lasciami i tuoi dati per essere ricontattato senza impegno:

        Il tuo nome (richiesto)

        La tua azienda (richiesto)

        Telefono (richiesto)

        Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

         

         

        Virtual Tour Google Per Stabilimenti Balneari: a cosa serve?

        In questo articolo spiego i vantaggi di avere il virtual tour Google per spiagge e stabilimenti balneari, a cosa serve e perchè dovreste prendere in considerazione questo strumento

        Google Trends: quante persone stanno cercando “spiagge” nelle Marche sul motore di ricerca?

        Google Trends è un potente strumento per capire e analizzare quali sono le tendenze di ricerca del momento. Questo strumento è fondamentale per si occupa di pubblicità online, e io ho inserito il termine “spiagge” nella nostra regione, per capire se le persone stanno cercando su Google spiagge oppure no.  Quello che balza all’occhio è che il termine spiagge, per persone che effettuano ricerche dalle marche, ha superato a luglio 2015 il picco massimo della scorsa stagione, in agosto 2014. Questo significa che c’è un aumento delle ricerche su Google per gli stabilimenti balneari marchigiani. Come possiamo sfruttare questa opportunita?
        google trends spiagge

         

        Offrire un’anteprima

        Per avere un idea più approfondita di come funziona il servizio Business View, vi reindirizzo alla pagina dedicata a Business View. Si tratta delle immagini di Google Street View, ma della vostra attività, inserita nella scheda aziendale di Google MyBusiness. Tra i benefici chiave ricordo la Massima visibilità su Google anche senza avere un sito web. Realizzare con me il servizio include anche una consulenza dedicata, il supporto indeterminato a Google Mybusiness e la migliore offerta garantita. E se non siete soddisfatti potete chiedere tranquillamente l’annullamento del servizio.

        Durante una ricerca, un visitatore cerca informazioni sui servizi offerti da uno stabilimento: a seconda del tipo di pubblico, può interessare sapere se ci sono aree per bambini, campi da beach volley, area relax, area bar, lettini a riva, e quant’altro. Fino a qualche anno fa, il sito internet era la soluzione a queste domande. Ma su internet le modalità di ricerca e di navigazione cambiano rapidamente, e con la Local Search di Google è possibile avere quante più informazioni sulla propria attività grazie a Google Mybusiness. Questo perchè la maggior parte delle ricerche che fanno gli utenti sono di carattere locale, ovvero le persone stanno cercando spiagge da consultare nel raggio di 20km, così come cercano ristoranti e strutture ricettive nei dintorni, oppure semplicemente stanno pianificando la vacanza e stanno esplorando le Google Maps per farsi un idea di dove soggiornare.

         

        2015-07-20_10h16_38

        Al Piccolo lido, ho fotografato la loro struttura la mattina presto, così da presentare al meglio e con la giusta luce la struttura, con una copertura pressochè totale, arrivando fino in riva al mare:

        Stesso discorso con la spiaggia di proprietà dell’hotel Terrazza Marconi, con la possibilità di vedere anche l’area piscina:

        Oppure, come con i Bagni Firmina, uno stabilimento che festeggia quest’anno i 60 anni di attività. Con il tour virtuale ho incluso sia il nebulizzatore che l’area “nursery”, oltre che arrivare fino in spiaggia e scoprire che lo stabilimento ha sia canoe che pedalò a disposizione per i loro clienti:

        Fotografie Professionali

        Per chi non è la prima volta che capita nei miei canali, ovvero pagina facebook, blog, o gruppo facebook dedicato, saprà che uno dei miei slogan è:

        “attività con belle immagini hanno il 60% in più di interesse rispetto ad attività concorrenti”

        La mia fotografia è sicuramente caratterizzata da un look moderno e accattivante, può non piacere a tutti ma sicuramente deve colpire e attirare l’attenzione verso la maggior parte del pubblico : ecco perchè in postproduzione “spingo” i colori, esaltandoli. Nel servizio di Virtual Tour è incluso anche un mini servizio fotografico che racconta l’attività tramite immagini statiche, così da avere anche delle fotografie da poter stampare in brochure o altro materiale. Ricordo che riceverete anche un codice qr per poter linkare le persone direttamente al tour virtuale tramite una qualunque app che legga appunto i codici qr. Questo è molto interessante per la promozione dello stabilimento sfruttando materiali cartacei: mandare una cartolina, reale o virtuale, a una serie di potenziali clienti, con scritto ” esploraci su Google Street View : scansiona il codice qr “, al di la dell’azione da compiere, fa comunque fare bella figura allo stabilimento e far percepire l’attività come attenta a valorizzarsi utilizzando nuovi strumenti di promozione. Senza contare la possibilità di coinvolgere nuovi partner, come ad esempio gli hotels: questi ultimi saranno ben felici di poter attrarre l’attenzione dei loro clienti mostrando la spiaggia convenzionata tramite fotografie panoramiche che la valorizzano a pieno, offrendo così una visione di tutte le aree e dei servizi .

        Di solito, scatto sempre gli stabilimenti a un orario compreso tra le 7 e le 7.30 di mattina: in questo modo, aiutato dalla morbida luce del sole mattutina, lo stabilimento risulterà molto più limpido, dando un senso di maggior ordine e pulizia. Naturalmente prima di iniziare a raccogliere le fotografie eseguo sempre un check-up generale dell’area assicurandomi che ogni cosa sia al mio posto.  Trattandosi di fotografie che poi, facendo un buon lavoro di presenza nella Local Search, saranno visitate da migliaia di persone ( vedi statistiche sotto ), quindi è importante assicurarsi che sia ogni cosa al proprio posto e mi assumo la responsabilità di riscattare lo stabilimento senza nessun costo aggiuntivo qualora non sia di una qualità soddisfacente.

        Un altro vantaggio di fotografare la mattina presto è quello di evitare di riprendere persone che giustamente si vogliono godere il mare dalle prime ore mattutine fino agli ultimi raggi di sole. Non sempre è possibile ma cerco di limitare i danni fotografandole distanti o comunque in modo da non distrarre l’utente che visita il tour virtuale.

         

        lido acquapazza

        Utilizzo di Google Mybusiness

        La mia offerta per le strutture balneari prevede anche una guda all’uso di Google MyBusiness e più in generale di come funziona la Local Search, così da massimizzare il ritorno dell’investimento, che è tra le altre a un prezzo veramente molto basso, facendosi così preferire dai turisti tra i tanti stabilimenti locali. In sostanza vi spiegherò come leggere le statistiche dell’attività, cosa devi sapere e cosa devi considerare  per farti trovare meglio e più facilmente dai clienti. Questi sotto sono degli screenshot di un mio cliente, che non era presente affatto su Google Maps, come dimostra la linea piatta delle visualizzazioni dell’attività da fine giugno a inizio luglio. Ho creato per lui la scheda, fatto tutte le operazioni di ottimizzazione della Local Search, e nonostante non avesse un sito internet o una presenza online particolarmente ben fatta, è riuscita a ottenere in meno di 10 giorni ben 1500 visualizzazioni nelle ricerche Google. Alcune persone hanno attivato il navigatore di Google Maps, altre hanno telefonato allo stabilimento. Non è fondamentale conoscere e monitorare quotidianamente questi dati, ma di certo se vogliamo fare pubblicità sul web, vogliamo risparmiare qualche euro e soprattutto essere informati quando qualcuno ci propone qualcosa, forse questi dati possono tornarci utili. Dimenticavo: vi spiegherò anche come replicare il picco che vedete a metà nella settimana tra il 13 e il 20 luglio ( tra l’altro non era nemmeno un weekend – nel weekend come è naturale aspettarsi, il volume di ricerca per stabilimenti balneari aumenta, e non è merito soltanto della pubblicazione del tour virtuale, ma di alcuni strumenti esterni che “pompano” l’attività. Un piccolo trucchetto del mestiere 🙂

         

        2015-07-29 12.52.23Screenshot_2015-07-29-12-51-12 2015-07-29 12.52.09

        Senigallia360.it

        senigallia360

         

        Senigallia360 è un portale che vuole mostrare, tramite immagini panoramiche, i luoghi di rilevanza turistica. Il mondo del web sta andando verso il “visual”, ovvero verso la visualizzazione di siti web tramite immagini rappresentative e realizzate in modo chiaro e trasparente. Abbiamo grossi progetti e tante idee in cantiere ma ci teniamo in modo particolare e fare le cose fatte bene, quindi future caratteristiche saranno inserite in modo graduale. Intanto, i turisti possono decidere dove andare a mangiare, dove andare al mare, e cosa fare nei momenti liberi 😉

        Recensioni e garanzia soddisfatti o rimborsati

        A fine servizio chiedo sempre ai miei clienti di esprimere un parere sul mio operato: è il modo più semplice e trasparente per misurare il livello di soddisfazione, e le recensioni le potete leggere qui: https://www.andreacarliphoto.com/testimonianze-virtual-tour/ . Nei miei servizi includo sempre una garanzia “soddisfatti o rimborsati”, organizzo gli scatti nel migliore modo possibile e cerco di avere un occhio di riguardo particolare per tutte le attività della mia città. Su questo servizio non ho esclusiva di nessun tipo e vi potrà capitare che altri personaggi vi propongano il tour virtuale Google, lo StreetView, o quelchessia. Naturalmente i titolari come in ogni attività di compravendita scelgono i fornitori di servizio che preferiscono, il mio consiglio è quello di assicurarvi di aver svolto una comparativa sia nel prezzo, sia nella qualità e sia nei contenuti dell’offerta stessa. Il tour virtuale è un contenuto visivo relativamente bello, ma sono di per sè immagini: bisogna poi essere bravi a farle vedere !

         

        Hai uno stabilimento balneare a Senigallia?

        Lasciami i tuoi dati qui sotto, e sarai ricontattato senza impegno!

          Il tuo nome (richiesto)

          La tua azienda (richiesto)

          Telefono (richiesto)

          Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

          Recensione – Panasonic Leica Summilux 15mm f 1,7

          panasonic leica 17mm 1,7 summilux

          panasonic leica 17mm 1,7 summilux

          Lo scorso mercoledi ho ritirato dal mio fornitore di fiducia Zona Immagine l’obiettivo Panasonic Leica 15 mm, e ne condivido le mie prime impressioni d’utilizzo a caldo, orientate nell’uso pratico.

          Cosa mi ha spinto a prenderlo?

          Il motivo principale è stato lo scarso utilizzo del Lumix 20mm 1,7, ottica più che valida ma per il mio utilizzo troppo piccola: la ghiera di messa a fuoco è troppo stretta per poter essere utilizzata nei video e la messa a fuoco quando usata come fotocamera, seppur più che buona, non è al top della categoria. Inoltre, corrispondendo a un 40mm su formato 35mm, la focale è un filo troppo lunga per paesaggi e fotografie in città. Il secondo motivo è che è certificata Leica, e da possessore di un ottica come il Panasonic Leica 42,5 f1,/2 del quale mi sono totalmente innamorato, ho voluto aggiungere un’altra freccia del brand tedesco al mio arco. Il 15mm Panasonic Leica Summilux 15mm f/1,7 non tradisce la filosofia del formato micro quattro terzi, ovvero portabilità prima di tutto: parliamo di un’ottica che pesa 115g e che montata in un corpo macchina con batteria e SD sfiora il mezzo kg. Ma è anche un ottica marchiata Leica, la Rolls Royce delle fotocamere, e questo significa cura nei dettagli e dei particolari, con una struttura in metallo, una ghiera fluida (più del lumix 20mm 1,7) e uno switch AF\MF, comodo per le riprese video. Sotto, una comparativa con la D7100 + 18-35 1,8 Sigma, messa a confronto con la Panasonic G6 + 15mm 1,7.

           

          leica 15 mm vs d7100
          leica 15 mm vs d7100

          Come vengono le foto?

          Ho voluto provare quest’obiettivo in due situazioni: la prima, tardo pomeriggio, usando un gatto come soggetto. Purtroppo nella prima situazione ho cancellato la SD convinto di non riutilizzare le immagini, quindi queste due che vedete sono corrette in post-produzione nei livelli e nelle curve.

          test panasonic leica 15mm 1,7
          test panasonic leica 15mm 1,7
          P1270044
          test panasonic leica 15mm 1,7

          Queste qui sotto sono realizzate invece in una situazione di illuminazione artificiale, in un ristorante, in notturna. Ne ho selezionate 3 così come da scatto e le ho ridotte a 2mpx per una migliore navigazione. Il resto delle fotografie le potete visitare nell’album nella mia pagina Facebook . Le immagini sono state scattate con la G6 a valori iso tra 800-1250 e tutto sommato sono molto soddisfatto dei risultati di questa lente: tanta nitidezza e un gradevole sfocato unita a bei colori .

          P1270201 P1270220 P1270285

           

          Per chi lo consiglierei?

          Questa è un ottica premium, con una focale 30mm eq che permette ampi spazi d’uso: dal ritratto al paesaggio al macro ( messa a fuoco minima 0,02 m ). Ideale quindi per uscire una domenica e portarsi dietro una sola ottica che faccia un pò di tutto. Non si nota infine l’assenza della stabilizzazione, con immagini nitide e ricche di dettaglio. Difetti? Nessuno in particolare, se non il prezzo, un pò caro (599euri di listino), ma è pur sempre un’ottica marchiata Leica.

          Buy With Google, la rivoluzione nelle ricerche per i negozi

          buy with google

          A breve il colosso del web inserirà il pulsante ” compra ” nei risultati di ricerca su mobile, per poi inserirlo anche nelle ricerche da desktop. Questo pulsante ha un grosso significato e cambierà nel lungo periodo la nostra esperienza di navigazione: se finora abbiamo utilizzato Google come mezzo per trovare altri siti su cui raggiungere il fine ( come ad esempio acquistare un prodotto ), a breve i passaggi “cerca-trova-compra” le compieremo direttamente all’interno del sito Google:

          Come funziona?

          L’utente, cliccando sul pulsante compra, verrà reindirizzato su una pagina di Google dove potrà decidere caratteristiche dell’oggetto e procedere al saldo tramite Google Wallet e le diverse forme di pagamento che la piattaforma pubblicitaria mette a disposizione. Il bene sarà comunque venduto e spedito direttamente dal rivenditore, che ha pagato Google per l’inserzione per campagne PPC. La cosa interessante è quindi che Google guadagnerà dal click singolo dell’utente nei risultati di ricerca, e non ci saranno commissioni come avviene invece per Amazon ed Ebay. Il modello di business non cambia, almeno per ora: alcuni osservatori fanno notare che sugli schermi degli smartphone c’è meno spazio per far comparire inserzioni e gli utenti tendono a utilizzare le app di rivenditori come Amazon o Ebay, dove l’acquisto appare più semplice, scavalcando così Google.

          Cosa cambia in ambito locale?

          Questa di fatto è una grossa opportunità per le attività, che possono così sfruttare un nuovo canale per iniziare a vendere online i propri prodotti, destinando un budget predefinito in advertising online e senza dover fare i conti tra commissioni  e intermediari vari, ma soltanto sulla base dei risultati delle campagne (che non è comunque poco). Qualcosa di simile tuttavia c’è già, ovvero Google Shopping, anche se di fatto attualmente reindirizza i prodotti mostrati nei risultati di ricerca al sito web dell’inserzionista, invece che intrattenere l’utente su una pagina Google. In ambito locale invece potrebbe essere interessante lo sviluppo di Google Express, ovvero il servizio di consegna a domicilio che già a San Francisco e in altre città americane è già attivo, servendo cosi 7 milioni di persone e offrendo loro la consegna in giornata delle merci.  Quindi, se state iniziando a pensare a vendere online, il tasto buy with Google rappresenta un aiuto notevole per semplificare le cose, e sarà interessante rimanere sintonizzati e vedere gli sviluppi.

          Considerazioni personali

          Questo fatto può rappresentare un cambiamento importante per l’azienda che fin’ora si è limitata a incassare cifre da capogiro da altri siti che erano ben felici di pagare Google (tramite Adwords) per essere ben posizionati nei risultati. Un uso sapiente di questi strumenti, uniti a budget pubblicitari elevati, ha creato colossi come Amazon, Ebay e Booking, ecc. Google è in una posizione dominante in questa partita e sa di poter fare il bello e il cattivo tempo decidendo chi e come deve stare su Internet: non è solo un motore di ricerca ma è la rete, ovvero tutte le ricerche online passano attraverso Big G, e la nostra esperienza di navigazione spesso inizia dalla home page del browser, che è Google.it. Sembra quindi che Google si stia “stancando” di far guadagnare soldi sullo shopping online ad altri siti facendoli comparire grazie alla posizione che Google stessa concede loro, sapendo inoltre che i negozi sarebbero felici di non dare più commissioni a amazon e ebay ( dal 7 al 15 % per ogni acquisto ) e pagare Google solo per i click. Non è specificato se occorra un sito e-commerce per questa soluzione, ma probabilmente no. In un prossimo futuro quindi la vita si farà dura per Amazon, Ebay e Booking, ammesso che ne avranno ancora una.


           

          Se hai trovato interessante questo articolo, iscriviti nel mio gruppo dedicato alla Local Search : https://www.facebook.com/groups/andreacarli/ 😉

          Connect@you , il free wifi che funziona (e che fa fare bella figura)

          free wifi

          Oggi per un turista l’accesso a Internet è diventato fondamentale, in Italia tra cablaggi vecchi e linee ADSL lente abbiamo il nostro ben da fare, ma per fortuna ci sono servizi che permettono di recuperare un pò di terreno in materia proponendo sistemi all’avanguardia: lo scorso gennaio mi trovavo a Norcia per provare qualche prelibatezza locale al tartufo e ho così pranzato alla Taverna dei Priori. Dopo aver fatto l’ordinazione, tra una chiacchiera e l’altra volevo curiosare online per organizzare il pomeriggio, scoprendo però che il segnale del mio gestore in quel punto era scarso.

          Per curiosità ho allora provato a vedere se c’erano WiFi libere in zona, anche se ormai abituato (scoraggiato?) a lunghe trafile per poter navigare : “chiedi password, inserisci password, registrati online, inserisci tutti i tuoi dati, ecc” la voglia di continuare a navigare era poca. E invece, mi connetto alla rete wifi, in questo caso era tipo FreeWiFi@tavernadeipriori , il segnale era ottimo e la connessione immediata, e subito dopo mi compare una pagina tipo questa: Facebook CheckIn.

          connectatyou

          Ben sapendo che è necessario l’autenticazione di chi naviga per le reti WiFi pubbliche, non mi era mai comparso prima d’ora il sistema di autenticazione tramite Facebook,  e in questi casi la curiosità di provare la novità era elevata, più che altro per capire come funziona. Clicco sul Check-in, mi apre una pagina facebook dove mi chiede quali informazioni riceverà il wifi su di me e, se voglio, posso postare su facebook che sto navigando gratuitamente presso il locale in questione.

          connectatyou

          Con questo sistema, la maggior parte delle persone si sentirà in dovere di ricambiare la cortesia dell’attività che gli permette di navigare senza alcun costo, accettando ( è facoltativo ) a pubblicare il contenuto e menzionando il nome dell’attività (anche perchè diciamolo, c’è anche una buona parte di persone che si connette al WiFi solo per potersi registrare nei posti in cui si trova…). Vedi sotto:

          5

           

          Alla fine di questi due passaggi il sistema ci reindirizza alla pagina dell’attività dove l’utente può scegliere se mettere “mi piace” alla pagina, e continuare la navigazione. Il processo di connessione è semplice e l’esperienza di navigazione è ottima. Dal pubblico il WiFi è percepito come un servizio che dovrebbe essere offerto gratuitamente, e questo sistema permette la navigazione dei propri clienti con un sistema di autenticazione rapidissimo e che da inoltre un’ottima impressione per l’attività con un servizio semplice e funzionante . Offrire un servizio in modo gratuito, ma che poi non funziona come dovrebbe, fa storcere il naso ai clienti che sarebbero ben felici di usufruirne.

          2015-05-22_15h51_07

          Per i miei servizi come Google Business View, mi è capitato che qualche attività dovesse inserire il WiFi, e per questo motivo mi sento di suggerire questo sistema, che non è naturalmente l’unico, ma mi sembra quello più completo e che prevede anche un ritorno di comunicazione e marketing per l’attività. Infatti, a breve diversi locali a Senigallia stanno includendo il Free Wifi di Connect@you. I costi prevedono una tantum iniziale di installazione e un piano semestrale o annuale per il mantenimento e l’uso della fanpage e sono molto accessibili. Per eventuali approfondimenti vi rimando al loro sito internet: www.connectatyou.com


          Se hai trovato interessante questo articolo, iscriviti nel mio gruppo dedicato alla Local Search : https://www.facebook.com/groups/andreacarli/ ;)

          Come creare una scheda Google MyBusiness

          google mybusiness

          Come creare una scheda aziendale Google MyBusiness

          Hai un’attività e non hai ancora una scheda Google My business verificata  ? Ecco una mini guida su come crearla in modo autonomo e gratuitamente!

          Pronti? VIA! Collegati a google.com/business e rivendica la scheda aziendale

          google mybusiness

          Tutto quello che ti occorre è un account Google, (ad esempio una mail  @gmail.com  ), con il quale potrai gestire la scheda dell’attività. Fai click su inizia ora e inserisci il nome. Google controllerà se la tua attività è già presente nei loro database, e ti permetterà di rivendicarne la paternità.

          2015-04-08_22h33_45

           

          Per rivendicarne la paternità dovrai fare una verifica o via telefono o via posta. Se preferisci, posso aiutarti gratuitamente a verificarla senza dover aspettare l’arrivo della cartolina.

          2015-04-08_22h34_18

           

          Inserisci tutte le informazioni

          Completa la scheda, inserendo categorie, una breve presentazione, orari d’apertura, fotografie, un link al tuo sito web e\o facebook. Non sottovalutare nulla: tutto ciò che scriverai e inserirai servirà a far capire agli utenti e all’algoritmo di Google chi sei, cosa fai, e come lo fai.

          Assicurati che il pin sulla mappa sia posizionato correttamente

          chi userà il navigatore di Google Maps vi potrà raggiungere in modo più preciso possibile.

          2015-04-08_20h53_52

           

          Investi in un virtual tour Google Maps Business View

          Offri un’anteprima di ciò che fai verso chi ti cerca: in questo modo potenziali clienti potranno interagire con la tua attività, entrare in contatto e farsi un idea prima di recarsi di persona. E ti rimane per sempre!

          2015-04-07_22h24_59

           

          Crea la tua community e fai interagire i clienti

          Su MyBusiness puoi iscriverti alle community e discutere con persone reali di argomenti che ti riguardano: in questo modo la tua attività sarà vista come specialista nel settore e potrai ottenere una migliore impressione. Questo aspetto è utilissimo specie se hai un ecommerce : potrai interagire con un pubblico enorme semplicemente dando consigli o partecipando alle discussioni del tuo settore. Inoltre, mantieni aggiornato il profilo aziendale con foto di qualità ( presentarsi con belle foto o foto fatte con smartphone fa la differenza agli occhi di chi non vi conosce e capita per la prima volta sul vostro profilo! ) . Inserisci eventi, foto di menù, video, e quant’altro: questi contenuti a differenza di Facebook vengono indicizzati da Google e compariranno assieme all’anteprima della scheda aziendale. Per quanto riguarda i video puoi avere un account Youtube dedicato alla tua attività. Scrivi contenuti di qualità, non solo spam: so che su facebook è facile vedere molto spam, ma su Google è diverso, chi frequenta Google+ e magari è anche un vostro cliente avrebbe piacere di leggere ad esempio un consiglio gratuito o un qualcosa di utile.

          Scarica l’app mobile Google MyBusiness

          Con l’app di Google Mybusiness(android) o (ios) puoi aggiornare dal tuo smartphone o dal tuo tablet le informazioni della tua attività, caricarci le ultime novità, visualizzare tutte le statistiche relative alle visualizzazioni della scheda, cioè quante volte è comparsa la tua attività nelle ricerche Google. Infine, puoi anche rispondere alle recensioni che ti lasciano i clienti.

          Recensioni

          Le recensioni su Google sono molto importanti: in primis, sono uno dei principali fattori di ranking per la scheda Google MyBusiness, assieme all’anzianità e alla consistenza e coerenza delle informazioni. Assicuratevi di averne almeno 5 e di rispondere qualora ce ne fosse qualcuna non proprio positiva: una risposta del gestore tranquillizza chi legge un feedback non proprio eccellente riguardo l’attività. Ne avevo parlato qui. Altra cosa: le recensioni che lasciano i vostri clienti  fanno si che l’algoritmo proponga la vostra attività ai loro stessi amici, con una sorta di passaparola 2.0, e sopratutto su mobile. Naturalmente non bisogna aspettarsi miracoli, come dicevo qui Google cerca di fornire sempre la migliore risposta alla domanda di un utente,  ma un attività raccomandata e recensita da qualcuno fa automaticamente conoscere la Vs attività a nuovi contatti su g+.

          Mantieni aggiornato il profilo

          Questo aspetto è utile per informare il tuo pubblico sui tuoi ultimi arrivi o le tue ultime novità: se hai un negozio potrai informare ad esempio dell’arrivo di un nuovo prodotto o di una particolare promozione. Idem per i ristoranti inserendo così il menù di Pasqua o di Natale: chi vi troverà apprezzerà la possibilità di vedere le ultime novità in pochi istanti:

          Ricorda: 

          Google non chiama MAI per chiedere soldi o farti “salire” nelle posizioni o vendere servizi. Se hai ricevuto telefonate da qualcuno\a che si presenta col nome Google e leggi questo articolo del mio blog .

          Se vuoi stupire chi ti cerca su Google con un tour virtuale,

          lascia i tuoi dati qui per essere ricontattato!

           

          Leggi le recensioni di chi ha già svolto il servizio

          Tantissime attività tra Senigallia e Marotta hanno scelto me per la realizzazione del servizio: leggi che ne pensano

          30 giorni garanzia soddisfatti o rimborsati, nessun abbonamento, supporto gratuito + rimani sempre aggiornato nelle ultime novità e molto altro! Inizia da qui