Virtual Tour Google Per Stabilimenti Balneari: a cosa serve?

In questo articolo spiego i vantaggi di avere il virtual tour Google per spiagge e stabilimenti balneari, a cosa serve e perchè dovreste prendere in considerazione questo strumento

Google Trends: quante persone stanno cercando “spiagge” nelle Marche sul motore di ricerca?

Google Trends è un potente strumento per capire e analizzare quali sono le tendenze di ricerca del momento. Questo strumento è fondamentale per si occupa di pubblicità online, e io ho inserito il termine “spiagge” nella nostra regione, per capire se le persone stanno cercando su Google spiagge oppure no.  Quello che balza all’occhio è che il termine spiagge, per persone che effettuano ricerche dalle marche, ha superato a luglio 2015 il picco massimo della scorsa stagione, in agosto 2014. Questo significa che c’è un aumento delle ricerche su Google per gli stabilimenti balneari marchigiani. Come possiamo sfruttare questa opportunita?
google trends spiagge

 

Offrire un’anteprima

Per avere un idea più approfondita di come funziona il servizio Business View, vi reindirizzo alla pagina dedicata a Business View. Si tratta delle immagini di Google Street View, ma della vostra attività, inserita nella scheda aziendale di Google MyBusiness. Tra i benefici chiave ricordo la Massima visibilità su Google anche senza avere un sito web. Realizzare con me il servizio include anche una consulenza dedicata, il supporto indeterminato a Google Mybusiness e la migliore offerta garantita. E se non siete soddisfatti potete chiedere tranquillamente l’annullamento del servizio.

Durante una ricerca, un visitatore cerca informazioni sui servizi offerti da uno stabilimento: a seconda del tipo di pubblico, può interessare sapere se ci sono aree per bambini, campi da beach volley, area relax, area bar, lettini a riva, e quant’altro. Fino a qualche anno fa, il sito internet era la soluzione a queste domande. Ma su internet le modalità di ricerca e di navigazione cambiano rapidamente, e con la Local Search di Google è possibile avere quante più informazioni sulla propria attività grazie a Google Mybusiness. Questo perchè la maggior parte delle ricerche che fanno gli utenti sono di carattere locale, ovvero le persone stanno cercando spiagge da consultare nel raggio di 20km, così come cercano ristoranti e strutture ricettive nei dintorni, oppure semplicemente stanno pianificando la vacanza e stanno esplorando le Google Maps per farsi un idea di dove soggiornare.

 

2015-07-20_10h16_38

Al Piccolo lido, ho fotografato la loro struttura la mattina presto, così da presentare al meglio e con la giusta luce la struttura, con una copertura pressochè totale, arrivando fino in riva al mare:

Stesso discorso con la spiaggia di proprietà dell’hotel Terrazza Marconi, con la possibilità di vedere anche l’area piscina:

Oppure, come con i Bagni Firmina, uno stabilimento che festeggia quest’anno i 60 anni di attività. Con il tour virtuale ho incluso sia il nebulizzatore che l’area “nursery”, oltre che arrivare fino in spiaggia e scoprire che lo stabilimento ha sia canoe che pedalò a disposizione per i loro clienti:

Fotografie Professionali

Per chi non è la prima volta che capita nei miei canali, ovvero pagina facebook, blog, o gruppo facebook dedicato, saprà che uno dei miei slogan è:

“attività con belle immagini hanno il 60% in più di interesse rispetto ad attività concorrenti”

La mia fotografia è sicuramente caratterizzata da un look moderno e accattivante, può non piacere a tutti ma sicuramente deve colpire e attirare l’attenzione verso la maggior parte del pubblico : ecco perchè in postproduzione “spingo” i colori, esaltandoli. Nel servizio di Virtual Tour è incluso anche un mini servizio fotografico che racconta l’attività tramite immagini statiche, così da avere anche delle fotografie da poter stampare in brochure o altro materiale. Ricordo che riceverete anche un codice qr per poter linkare le persone direttamente al tour virtuale tramite una qualunque app che legga appunto i codici qr. Questo è molto interessante per la promozione dello stabilimento sfruttando materiali cartacei: mandare una cartolina, reale o virtuale, a una serie di potenziali clienti, con scritto ” esploraci su Google Street View : scansiona il codice qr “, al di la dell’azione da compiere, fa comunque fare bella figura allo stabilimento e far percepire l’attività come attenta a valorizzarsi utilizzando nuovi strumenti di promozione. Senza contare la possibilità di coinvolgere nuovi partner, come ad esempio gli hotels: questi ultimi saranno ben felici di poter attrarre l’attenzione dei loro clienti mostrando la spiaggia convenzionata tramite fotografie panoramiche che la valorizzano a pieno, offrendo così una visione di tutte le aree e dei servizi .

Di solito, scatto sempre gli stabilimenti a un orario compreso tra le 7 e le 7.30 di mattina: in questo modo, aiutato dalla morbida luce del sole mattutina, lo stabilimento risulterà molto più limpido, dando un senso di maggior ordine e pulizia. Naturalmente prima di iniziare a raccogliere le fotografie eseguo sempre un check-up generale dell’area assicurandomi che ogni cosa sia al mio posto.  Trattandosi di fotografie che poi, facendo un buon lavoro di presenza nella Local Search, saranno visitate da migliaia di persone ( vedi statistiche sotto ), quindi è importante assicurarsi che sia ogni cosa al proprio posto e mi assumo la responsabilità di riscattare lo stabilimento senza nessun costo aggiuntivo qualora non sia di una qualità soddisfacente.

Un altro vantaggio di fotografare la mattina presto è quello di evitare di riprendere persone che giustamente si vogliono godere il mare dalle prime ore mattutine fino agli ultimi raggi di sole. Non sempre è possibile ma cerco di limitare i danni fotografandole distanti o comunque in modo da non distrarre l’utente che visita il tour virtuale.

 

lido acquapazza

Utilizzo di Google Mybusiness

La mia offerta per le strutture balneari prevede anche una guda all’uso di Google MyBusiness e più in generale di come funziona la Local Search, così da massimizzare il ritorno dell’investimento, che è tra le altre a un prezzo veramente molto basso, facendosi così preferire dai turisti tra i tanti stabilimenti locali. In sostanza vi spiegherò come leggere le statistiche dell’attività, cosa devi sapere e cosa devi considerare  per farti trovare meglio e più facilmente dai clienti. Questi sotto sono degli screenshot di un mio cliente, che non era presente affatto su Google Maps, come dimostra la linea piatta delle visualizzazioni dell’attività da fine giugno a inizio luglio. Ho creato per lui la scheda, fatto tutte le operazioni di ottimizzazione della Local Search, e nonostante non avesse un sito internet o una presenza online particolarmente ben fatta, è riuscita a ottenere in meno di 10 giorni ben 1500 visualizzazioni nelle ricerche Google. Alcune persone hanno attivato il navigatore di Google Maps, altre hanno telefonato allo stabilimento. Non è fondamentale conoscere e monitorare quotidianamente questi dati, ma di certo se vogliamo fare pubblicità sul web, vogliamo risparmiare qualche euro e soprattutto essere informati quando qualcuno ci propone qualcosa, forse questi dati possono tornarci utili. Dimenticavo: vi spiegherò anche come replicare il picco che vedete a metà nella settimana tra il 13 e il 20 luglio ( tra l’altro non era nemmeno un weekend – nel weekend come è naturale aspettarsi, il volume di ricerca per stabilimenti balneari aumenta, e non è merito soltanto della pubblicazione del tour virtuale, ma di alcuni strumenti esterni che “pompano” l’attività. Un piccolo trucchetto del mestiere 🙂

 

2015-07-29 12.52.23Screenshot_2015-07-29-12-51-12 2015-07-29 12.52.09

Senigallia360.it

senigallia360

 

Senigallia360 è un portale che vuole mostrare, tramite immagini panoramiche, i luoghi di rilevanza turistica. Il mondo del web sta andando verso il “visual”, ovvero verso la visualizzazione di siti web tramite immagini rappresentative e realizzate in modo chiaro e trasparente. Abbiamo grossi progetti e tante idee in cantiere ma ci teniamo in modo particolare e fare le cose fatte bene, quindi future caratteristiche saranno inserite in modo graduale. Intanto, i turisti possono decidere dove andare a mangiare, dove andare al mare, e cosa fare nei momenti liberi 😉

Recensioni e garanzia soddisfatti o rimborsati

A fine servizio chiedo sempre ai miei clienti di esprimere un parere sul mio operato: è il modo più semplice e trasparente per misurare il livello di soddisfazione, e le recensioni le potete leggere qui: https://www.andreacarliphoto.com/testimonianze-virtual-tour/ . Nei miei servizi includo sempre una garanzia “soddisfatti o rimborsati”, organizzo gli scatti nel migliore modo possibile e cerco di avere un occhio di riguardo particolare per tutte le attività della mia città. Su questo servizio non ho esclusiva di nessun tipo e vi potrà capitare che altri personaggi vi propongano il tour virtuale Google, lo StreetView, o quelchessia. Naturalmente i titolari come in ogni attività di compravendita scelgono i fornitori di servizio che preferiscono, il mio consiglio è quello di assicurarvi di aver svolto una comparativa sia nel prezzo, sia nella qualità e sia nei contenuti dell’offerta stessa. Il tour virtuale è un contenuto visivo relativamente bello, ma sono di per sè immagini: bisogna poi essere bravi a farle vedere !

 

Hai uno stabilimento balneare a Senigallia?

Lasciami i tuoi dati qui sotto, e sarai ricontattato senza impegno!

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua azienda (richiesto)

    Telefono (richiesto)

    Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

    Come creare una scheda Google MyBusiness

    google mybusiness

    Come creare una scheda aziendale Google MyBusiness

    Hai un’attività e non hai ancora una scheda Google My business verificata  ? Ecco una mini guida su come crearla in modo autonomo e gratuitamente!

    Pronti? VIA! Collegati a google.com/business e rivendica la scheda aziendale

    google mybusiness

    Tutto quello che ti occorre è un account Google, (ad esempio una mail  @gmail.com  ), con il quale potrai gestire la scheda dell’attività. Fai click su inizia ora e inserisci il nome. Google controllerà se la tua attività è già presente nei loro database, e ti permetterà di rivendicarne la paternità.

    2015-04-08_22h33_45

     

    Per rivendicarne la paternità dovrai fare una verifica o via telefono o via posta. Se preferisci, posso aiutarti gratuitamente a verificarla senza dover aspettare l’arrivo della cartolina.

    2015-04-08_22h34_18

     

    Inserisci tutte le informazioni

    Completa la scheda, inserendo categorie, una breve presentazione, orari d’apertura, fotografie, un link al tuo sito web e\o facebook. Non sottovalutare nulla: tutto ciò che scriverai e inserirai servirà a far capire agli utenti e all’algoritmo di Google chi sei, cosa fai, e come lo fai.

    Assicurati che il pin sulla mappa sia posizionato correttamente

    chi userà il navigatore di Google Maps vi potrà raggiungere in modo più preciso possibile.

    2015-04-08_20h53_52

     

    Investi in un virtual tour Google Maps Business View

    Offri un’anteprima di ciò che fai verso chi ti cerca: in questo modo potenziali clienti potranno interagire con la tua attività, entrare in contatto e farsi un idea prima di recarsi di persona. E ti rimane per sempre!

    2015-04-07_22h24_59

     

    Crea la tua community e fai interagire i clienti

    Su MyBusiness puoi iscriverti alle community e discutere con persone reali di argomenti che ti riguardano: in questo modo la tua attività sarà vista come specialista nel settore e potrai ottenere una migliore impressione. Questo aspetto è utilissimo specie se hai un ecommerce : potrai interagire con un pubblico enorme semplicemente dando consigli o partecipando alle discussioni del tuo settore. Inoltre, mantieni aggiornato il profilo aziendale con foto di qualità ( presentarsi con belle foto o foto fatte con smartphone fa la differenza agli occhi di chi non vi conosce e capita per la prima volta sul vostro profilo! ) . Inserisci eventi, foto di menù, video, e quant’altro: questi contenuti a differenza di Facebook vengono indicizzati da Google e compariranno assieme all’anteprima della scheda aziendale. Per quanto riguarda i video puoi avere un account Youtube dedicato alla tua attività. Scrivi contenuti di qualità, non solo spam: so che su facebook è facile vedere molto spam, ma su Google è diverso, chi frequenta Google+ e magari è anche un vostro cliente avrebbe piacere di leggere ad esempio un consiglio gratuito o un qualcosa di utile.

    Scarica l’app mobile Google MyBusiness

    Con l’app di Google Mybusiness(android) o (ios) puoi aggiornare dal tuo smartphone o dal tuo tablet le informazioni della tua attività, caricarci le ultime novità, visualizzare tutte le statistiche relative alle visualizzazioni della scheda, cioè quante volte è comparsa la tua attività nelle ricerche Google. Infine, puoi anche rispondere alle recensioni che ti lasciano i clienti.

    Recensioni

    Le recensioni su Google sono molto importanti: in primis, sono uno dei principali fattori di ranking per la scheda Google MyBusiness, assieme all’anzianità e alla consistenza e coerenza delle informazioni. Assicuratevi di averne almeno 5 e di rispondere qualora ce ne fosse qualcuna non proprio positiva: una risposta del gestore tranquillizza chi legge un feedback non proprio eccellente riguardo l’attività. Ne avevo parlato qui. Altra cosa: le recensioni che lasciano i vostri clienti  fanno si che l’algoritmo proponga la vostra attività ai loro stessi amici, con una sorta di passaparola 2.0, e sopratutto su mobile. Naturalmente non bisogna aspettarsi miracoli, come dicevo qui Google cerca di fornire sempre la migliore risposta alla domanda di un utente,  ma un attività raccomandata e recensita da qualcuno fa automaticamente conoscere la Vs attività a nuovi contatti su g+.

    Mantieni aggiornato il profilo

    Questo aspetto è utile per informare il tuo pubblico sui tuoi ultimi arrivi o le tue ultime novità: se hai un negozio potrai informare ad esempio dell’arrivo di un nuovo prodotto o di una particolare promozione. Idem per i ristoranti inserendo così il menù di Pasqua o di Natale: chi vi troverà apprezzerà la possibilità di vedere le ultime novità in pochi istanti:

    Ricorda: 

    Google non chiama MAI per chiedere soldi o farti “salire” nelle posizioni o vendere servizi. Se hai ricevuto telefonate da qualcuno\a che si presenta col nome Google e leggi questo articolo del mio blog .

    Se vuoi stupire chi ti cerca su Google con un tour virtuale,

    lascia i tuoi dati qui per essere ricontattato!

     

    Leggi le recensioni di chi ha già svolto il servizio

    Tantissime attività tra Senigallia e Marotta hanno scelto me per la realizzazione del servizio: leggi che ne pensano

    30 giorni garanzia soddisfatti o rimborsati, nessun abbonamento, supporto gratuito + rimani sempre aggiornato nelle ultime novità e molto altro! Inizia da qui

    I ragazzi di Senigallianotizie mi hanno intervistato in merito al servizio Business View: leggi l’intervista

    I ragazzi di Senigallianotizie mi hanno intervistato, qualche settimana fa, in merito al servizio Business View di Google, dopo averlo realizzato per i loro uffici. Leggi l’intervista: 

    20150220-business-view-netservice-1

    Domanda. Ciao Andrea, come sta procedendo il progetto Google Maps Business View?

    Risposta. Ciao! Alla grande, nella zona intorno a Senigallia è possibile esplorare circa un centinaio di attività, alcune di queste stanno pianificando il secondo servizio fotografico per l’aggiornamento del tour e conto di includerne tante altre nei prossimi mesi, per arrivare in estate con una copertura ancora più estesa.

    D. Per quale motivo un’attività commerciale dovrebbe aver bisogno di un Virtual Tour?

    R. Il 94% delle persone in Italia usa Google (fonte Statcounter) per cercare risposte alle proprie domande. Se cerchiamo un prodotto o servizio in una zona, potremo avere un’anteprima di ciò che troveremo in quell’attività, potendo quindi interagire e farci un’idea ancor prima di recarci di persona. Inoltre, utilizzando il Virtual Tour attivamente e includendolo nelle strategie pubblicitarie, le attività possono avere benefici ben maggiori, fidelizzando e coinvolgendo gli utenti.

    D. Senza parlare dei vantaggi dal punto di vista turistico, per una città come Senigallia.

    R. Esattamente, tutti abbiamo usato Street View per vedere una strada o un quartiere. Offrire la straordinaria opportunità di vedere dentro strutture ricettive e negozi significa mostrare, a chi pensa di venire in vacanza a Senigallia, che ci sono tante attività valide e interessanti dove poter soggiornare o fare acquisti e, addirittura, fargli decidere prima dove andare a comprare!

    D. Quali sono le attività che sono maggiormente attratte dal servizio?

    R. Ci sono vantaggi ben diversi per ogni tipologia di attività: se i plus sono evidenti per il settore turistico e della ristorazione, pensa anche ad esempio a chi ha un e-commerce: mostrare anche un negozio fisico dove ci si può “entrare dentro”, oltre al negozio online, permette a un potenziale acquirente sperduto in chissà quale luogo del mondo di fidarsi maggiormente, accrescendone esponenzialmente le possibilità di acquisto. Oppure, vedere se un locale è adatto a una determinata situazione, o se ha un certo tipo di prodotto, o ancora un artigiano che vuol mostrare il suo lavoro a tutto il mondo, così come vedere l’interno di un determinato centro estetico … le possibilità e le applicazioni sono infinite!

    D. Il Virtual Tour aiuta un’attività a comparire prima nei risultati di ricerca?

    R. Certamente, ma non da subito: è quello che viene definito in gergo tecnico “seo organico”, ovvero mettere in atto tutte quelle operazioni, tra cui anche il Virtual Tour, che aiutano Google a far riconoscere l’attività come “da consigliare” a un utente che la cerca. Infatti, l’obiettivo di Google non è mostrare un’attività piuttosto che un’altra (per quello c’è Adwords Express), quanto piuttosto offrire all’utente la migliore risposta possibile in base al tipo di attività che cerca. Queste operazioni sono già incluse all’interno dei miei servizi come fotografo certificato.

    D. Qual è il costo di questo servizio ?

    R. Per un’attività di piccole dimensioni parte da circa 300 euro, a seconda delle aree da fotografare, senza alcun abbonamento e con tutto il necessario per essere poi autonomi nella gestione.

    D. Oltre a far visitare dentro le attività commerciali, quali applicazioni hanno le immagini panoramiche nell’uso quotidiano?

    R. Dal 2007 Google ha iniziato a mostrare le prime immagini di Street View in USA, espandendole poi nel 2008-2009 ad alcune località italiane ed europee. L’evoluzione ha portato a includere luoghi di importanza storico-culturale e turistica come, ad esempio, le immagini delle vie di Venezia, le isole Galapagos, la foresta dell’Amazzonia, l’Antartide e la Barriera Corallina, solo per citarne alcune tra quelle che mi hanno colpito di più. A Senigallia, proprio in questi giorni, sono state aggiornate le immagini riprese a ottobre 2014, includendo anche le vie del centro storico e il lungomare non più in pieno inverno. Il tutto è visibile abilitando la vista Street View sulle mappe di Google. Inoltre, con la realtà virtuale che ci offriranno visori virtuali, come il super economico Google Cardboard, potremo goderci le splendide immagini di tutto il mondo direttamente da casa, potendo vedere così se vale davvero la pena pianificare un viaggio in carne ed ossa in un luogo specifico! Potete scoprire di più su questo servizio Google visitando il suo blog oppure sulla sua pagina dedicata ai virtual tour.

     

    Google Street View dentro la tua attività?

    Inizia da qui!

    Google Merchant: cosa è e a cosa serve

    In diversi dopo il precedente articolo, mi hanno chiesto in privato maggiori informazioni su Google Merchant, e ho deciso di approfondire la questione con un articolo dedicato sul blog:

    Cosa è

    Google Merchant è una piattaforma dove vengono caricati i prodotti di un negozio per essere venduti su Google Shopping, il canale di Google dedicato all’acquisto online e che va ad integrarsi nelle ricerche che fanno gli utenti. Cercando ad esempio “cartuccia HP 301″  su Google.it (vedi) e compariranno sulla destra i risultati relativi a Google Shopping, indicando in quale e-commerce posso acquistarle.

    2015-01-14_20h27_49
    Cercando un prodotto, vengono mostrati i risultati di Google Shopping.

     

    Questi risultati di norma reindirizzano l’utente sul sito di shopping online scelto per l’acquisto e sono caratterizzati da un costo di tipo pay-per-click (il negozio riceve un addebito solo quando effettivamente l’utente va a cliccare sul sito web dell’e-commerce).

    Una scoperta curiosa che ho fatto, e che quindi da idea del potenziale di questo prodotto, è cercando: “cartuccia hp 301” su Google Maps mi porta ad un negozio di Osimo – con un e-commerce – che ha disponibile la cartuccia nel loro negozio online. E’ interessante quindi scoprire che quello che noi cerchiamo, viene ricercato attraverso a tutti gli e-commerce affiliati alla piattaforma di Google Shopping.

    A cosa serve

    Agli utenti, serve per trovare un prodotto subito disponibile in qualche negozio  nei risultati delle ricerche relative a prodotti. Quindi, se ho bisogno di acquistare una Tv o un apparecchio particolare, posso trovare dove acquistarlo online in pochi secondi.

    Ai negozianti, serve per poter ampliare la loro attività facendo comparire i loro prodotti direttamente nei risultati delle ricerche che fanno gli utenti, aumentando così le vendite.

    E’ necessario avere un E-commerce per Google Merchant?

    Mentre che in USA, GB, FR, DE e altri paesi è possibile caricare il proprio inventario di prodotti per renderli disponibili all’acquisto nel negozio locale (vedi foto sotto, senza avere un e-commerce), in Italia, non essendo attivo il local inventory ads, per partecipare a Google Merchant occorre un sito web con un database di prodotti che rispecchiano gli standard della piattaforma per lo shopping online e quindi occorre realizzare una struttura molto simile ad un e-commerce.

    La differenza sostanziale è che con i local inventory ads chiunque può controllare la disponibiltà di un prodotto in un negozio nelle vicinanze in tempo reale. Pensate ad esempio quando vi finisce la cartuccia e dovete stampare qualcosa : potreste cercare su Google il modello della cartuccia e vi verrà indicato il negozio più vicino a voi, con il prodotto disponibile e in pronta consegna. Davvero un peccato che non sia disponibile qui in Italia ora e, come in ogni novità degna di nota, i miei clienti saranno i primi a saperlo !

    Macys-google-shopping-search-result1
    Come si presenta un prodotto con i Local inventory ads:

    E’ consigliabile avere un E-commerce?

    Dipende. Ci sono moltissimi fattori da considerare, perchè oltre alla creazione del sito (supponendo che sia fatto da professionisti) occorre considerare tutta la logistica per gestire ed evadere rapidamente gli ordini. Un acquisto online, se marcato come disponibile, dovrebbe essere consegnato all’acquirente entro 24/48h, per fare bella figura. Inoltre vanno considerati oltre agli investimenti iniziali, tutti i costi relativi al marketing  e all’inserimento su piattaforme terze, come Amazon, Google Shopping, Ebay, ecc e last but not least, quanto siete competitivi voi col vostro prezzo. Il che non significhi effettivamente che dovete avere il prezzo più basso, ma che dovete trasmettere più fiducia e tranquillità rispetto a un altro concorrente che magari ha il prezzo più basso, e questo può essere fatto tramite marketing educativo che spieghi attraverso video, blog, articoli, customer care che acquistare da voi è come acquistare in negozio, con la stessa consulenza dedicata e consigliandovi il prodotto più adatto per le vostre esigenze.

    Il virtual tour di Google aiuta?

    Il virtual tour aiuta eccome: ho decine di clienti che hanno un e-commerce e sfruttano il virtual tour per poter fidelizzare meglio con i loro potenziali acquirenti. Supponiamo infatti che qualcuno da Milano sia propenso ad acquistare in un e-commerce di Senigallia: oltre a  navigare sul sito, quello che fa è cercare informazioni e riferimenti che lo tranquillizzano prima di poter pensare seriamente all’acquisto. Si cerca quindi il nome del sito su Google per vedere se ci sono recensioni negative, se è una sede reale e c’è un numero telefonico, se un negozio è presente su Street View ( oppure l’indirizzo porta a un campo di pomodori… sai, non è il massimo della rassicurazione !). Offrire un virtual tour del negozio locale da quindi un senso di trasparenza e di tranquillità, facendo passare l‘immagine aziendale come affidabile e moderna, utilizzando nuovi servizi per coinvolgere gli utenti. In secondo piano c’è un discorso di completamento di presenza online e di cosiddetto “SEO organico” che migliora il posizionamento del sito e della scheda aziendale locale.

    Google Shopping Express

    Menziono questo servizio perchè, anche se attualmente è in test solo su San Francisco, rappresenta il completamento dell’esperienza d’acquisto dell’utente: dopo aver trovato tutto quel che occorre su Google Shopping, l’acquirente può decidere che sia Google stessa, con Shopping Express, a consegnarglielo a casa, in giornata. Ne avevo già parlato qui.

    Come dico a tutti i miei clienti, puntare su Google significa puntare a un futuro in continua evoluzione. Un primo passo lo puoi fare da qui!

    Telefonate da Google: Scopri chi c’è realmente dietro

    Hai un’attività? Scopri chi chiama da parte di Google

     

    Nelle ultime settimane, da parte mia e di colleghi con i quali sono in contatto in merito al programma Business View, si è verificato un cospicuo aumento di operazioni di telemarketing da qualcuno a nome di Google per la vendita di alcuni servizi relativi alle Google Maps. Bene, sappiate che questi individui non hanno nulla a che vedere con Google, ma sono operatrici, agenzie  o agenti mono\plurimandatari o personaggi d’altro tipo che operano su internet in modo non propriamente corretto. Operando anche io come professionista indipendente certificato, e quindi non dipendente di Google, mi sento in dovere di chiarire alcuni punti che spero possano aiutarvi a chiarire eventuali dubbi in merito e tutelarvi da quelli che sono a volte identificabili come truffe e raggiri:

    • Google non chiama MAI per chiedere denaro o vendere servizi!

      Occasionalmente, se avete contattato il supporto Google Mybusiness, vi potrebbero chiamare dal call center irlandese che è riconoscibile col prefisso +353 e comunque non vi chiederanno mai soldi.

    • Non esistono costi di mantenimento, scadenze o canoni per essere su Google Maps!

      La scheda aziendale che compare sulla mappa è totalmente gratuita. Puoi naturalmente pagare qualcuno che al vostro posto si prenda cura dell’inserimento dei dati.

    • Nessuno può garantirti che con qualche parola chiave si diventi primo nei risultati!

      Ne tantomeno pagando 99\149 euro annui- ci sono le campagne di Adwords che, in base al vostro budget pubblicitario scelto, potreste comparire primi nei risultati sponsorizzati per alcune frasi di ricerca (quelli in giallino per intenderci)

    • Dovete assicurarvi di  essere voi i proprietari della scheda aziendale Google Maps!

      Questo per evitare situazioni in cui altri possano manipolare\cancellare la vostra attività su internet e minacciarvi di rimuovere la vostra attività in caso di mancato pagamento – come in alcuni casi anche qui in zona a Senigallia hanno fatto alcune agenzie.

     

    Infine, se da qualche agenzia o operatore vi dicono che vi aggiungeranno come amministratore, la cosa è possibile ma non avrete le stesse autorizzazioni del proprietario (chi ha creato la scheda) cioè l’agenzia. Significa che ad esempio non potete rimuovere la persona che vi ha creato la scheda e non ha nulla a che fare con voi e che non potreste rimuovere la scheda senza il suo consenso. Quando creo una scheda per un mio cliente infatti consegno alla fine mail Google e password consegnando di fatto la proprietà della scheda Google al titolare dell’attività.

     

    5-google-plus
    differenza tra proprietario e gestore. E’ per questo motivo che dovete essere VOI i proprietari delle schede aziendali e non farvi aggiungere semplicemente come gestori.

     

    Pertanto, se ricevete qualunque tipo di comunicazione sospetta in cui vi chiedono soldi per conto di Google, segnatevi sempre nome, cognome e un riferimento telefonico o di altro tipo, indagate e\0 segnalatecelo così da poterlo riportare a chi di dovere!

    “Ma io non ho tempo di stare dietro a queste cose”

    Può capitare che chi gestisce un’attività non è in grado di gestire anche la presenza online perchè non ha tempo di impararne il funzionamento e quindi di fare un piano editoriale con foto video e quant’altro sia utile, e quindi può concordare con un agenzia (o una persona)  specializzata per l’uso di social media nel lungo periodo, meglio se della zona (ce ne sono molte competenti, e se volete posso raccomandarvi quella più indicata per la vostra attività), oppure contattare chi conosce queste cose e possa insegnarvi il funzionamento, per poter essere indipendenti. In tutti i servizi BusinessView spiego le nozioni di base su come funziona la scheda Google e come fare le operazioni principali, ricordatevi sempre che rimanere aggiornati sui contenuti e cambiamenti, seguire, monitorare e controllare come compare l’attività nei risultati di ricerca richiede molto tempo e quindi acquistare da chi offre pacchetti all-in-one e omnicomprensivi non è conveniente perchè non c’è personalizzazione (e quindi garantendo la massima resa ) ma soltanto una routine di operazioni da compiere a terminale.

    PS: la regola di base è diffidate e informatevi sempre sia prima sia dopo: ci sono agenzie che offrono servizi relativi alle Google Maps sostenendo di avere mandati nazionali ( tutte c…ate! ) . A giudicare da come curano la loro, di scheda, direi che FORSE non è il partner più conveniente.  E infine, voi affidereste la vostra auto a una persona che non avete mai visto ne conosciuto, e che non sapete a chi chiamare se avete dei problemi o dei quesiti?

    PS2: in questo progetto ho deciso ( come tanti altri professionisti in tutta Italia ) di metterci la faccia, proporre in prima persona il servizio BusinessView evitando agenti o intermediari irraggiungibili o fastidiose telefonate di telemarketing assumendomi la piena responsabilità di quel che faccio, collaborando solo con professionisti di fiducia.

    Per qualsiasi domanda in merito sentiti libero\a di contattarmi!

     

    Come iniziare a gestire autonomamente la scheda aziendale:

    E’ possibile iniziare a questo indirizzo: www.google.com/business .

    Non ricevere più chiamate di offerte commerciali:

    Per chi non volesse ricevere più telefonate con finalità commerciali esiste il Registro Pubblico delle Opposizioni http://www.registrodelleopposizioni.it/ anche se non è pienamente efficace è uno strumento che può essere utile per cercare di prevenire telefonate di telemarketing.

    Segnalare telefonate pubblicitarie indesiderate su utenze riservate:

    Potete segnalare telefonate indesiderate che avete ricevuto sul sito del Garante della Privacy : qui

    Vuoi contattarmi o richiedermi informazioni? Vai qui

    Scopri i risultati di chi ha fatto il virtual tour ( e che sono primi nelle ricerche! )

    Scopri i risultati di chi ha fatto il virtual tour ( e che sono primi nelle ricerche! )

     

    Essere primi su Google? Non è impossibile!

    Scopri come il virtual tour

    (e non solo) ha aiutato  queste attività:

    Guardando come sono posizionati nelle ricerche Google  i primi ad aver creduto in questo prodotto,  ho pensato di condividerne gli ottimi risultati raggiunti. A distanza di pochi mesi, le attività che hanno fatto il tour sono PRIME nelle ricerche locali per parole chiave legate alla loro categoria. Scopriamo come:

    Premessa

    Per avere dati reali, ho disconnesso Chrome dal mio account Google, in modo da avere un giudizio effettivo e non influenzato dalle mie ricerche passate. Quindi, a seconda delle vostre ricerche e della posizione che prende Google nel momento in cui le fate, potreste avere dei risultati lievemente diversi. Ci sono intanto da precisare due cose:

    1. in tutti i servizi effettuati da me,  è sempre inclusa una ottimizzazione e un posizionamento della scheda aziendale al fine di farla posizionare al meglio nei risultati organici; non basta avere il virtual tour quindi per andare a pieno regime. Proprio perchè organico, questo posizionamento NON è immediato e richiede a seconda della categoria del tempo prima di dare dei risultati. Se avete un hotel o un ristorante, sebbene questo servizio aiuti notevolmente, non è garantito che si diventa primi nelle ricerche, perchè ci sono tanti e diversi fattori  che influenzano la ricerca organica, oltre che tanti competitors. Se volete essere in assoluto i primi e nell’immediato, dovete per forza fare campagne a pagamento Adwords e sperare che il vostro concorrente abbia messo un budget più basso del vostro.

    2. questa operazione, dovrebbe (deve) essere fatta anche sul vostro sito web, e viene definita in gergo tecnico SEO, search-engine-optimization. Lasciate perdere chi vi chiama telefonicamente proponendovi pacchetti tutto-incluso, son soldi buttati via, perchè ogni sito ha una situazione e una struttura a sè e quindi un pacchetto uguale per tutti semplicemente non serve a nulla ( E, se volete, posso consigliarvi persone che si occupano di queste cose e che sono in gamba )

    PS: Seo, posizionamento, parole chiave, sono termini che se sei un imprenditore dovresti conoscere, se non altro per monitorare il lavoro svolto da chi paghi. 

    Scenario 1: ricerca su Google.it ” parrucchiere Senigallia ” – clicca qui per vedere

    Andrea Curzi è stato tra il primo salone a Senigallia ad avere il virtual tour, realizzato a febbraio 2014.

    Screenshot 2014-11-08 10.57.34

     

    Scenario 2: ricerca su Google.it ” piadineria Senigallia ” – clicca qui per vedere

    Tour realizzato a Gennaio 2014,  qui per le visualizzazioni

     

    Screenshot 2014-11-08 10.58.09

     

    Scenario 3: ricerca su Google.it ” materassi senigallia ” – clicca qui per vedere

    Tour effettuato a luglio 2014.

    Screenshot 2014-11-08 10.56.29

     

    Ho altri esempi, ma penso che questi siano già sufficienti a dimostrare che questo è l’unico servizio che paghi una volta sola, ma che migliora col tempo! Sentiti libero di contattarmi se hai bisogno di una mano per la tua attività,  ti rispondo volentieri in poche ore:

      Il tuo nome (richiesto)

      La tua azienda (richiesto)

      Telefono (richiesto)

      Quando preferiresti essere ricontattato? (richiesto)

      virtual tour Google per hotel: a cosa serve



      virtual tour Google per hotel: a cosa serve

      Dopo la pubblicazione del tour di Terrazza Marconi, in questo articolo spiego di cosa si tratta e perchè dovresti prendere in considerazione questo servizio per la tua struttura ricettiva.

      Non hai un hotel? Vai qui

      Premessa:

      Innanzitutto, la foto panoramica è un prodotto non certo nuovo, dagli anni 2000 gli hotel più all’avanguardia hanno realizzato il proprio virtual tour che mostra virtualmente parte della struttura, ma, diciamolo, non era certamente una soluzione pratica ed efficace : per visualizzarlo infatti, quasi sempre occorreva installare javascript, o quicktime, o plugin, poi su alcuni browser non funzionano, e da mobile ce lo scordiamo di vederlo. Tutto sommato però era un prodotto di elite, perchè costava parecchio e rafforzava il brand mostrandolo attento a promuoversi con nuove tecniche. Era quindi un pò come andare in giro in una Lamborghini: è scomoda, consuma un botto, ma .. “abbiamo fatto per primi il virtual tour”, vuoi mettere?! ( E per fortuna non c’era il web analytics all’interno ) .Poi, nel 2012 in Italia arriva Google Business Photos, che semplifica questo servizio, trasformando le foto panoramiche degli hotels in un estensione di Street e rendendolo accessibile a chiunque. Successivamente, da Agosto 2014, Google rivoluziona la modalità di scatto dei tour virtuali per hotels introducendo un nuovo tipo di esplorazione, detta ad aree. Il principio alla base di questa nuova modalità è che oggi l’utente che cerca un alloggio dedica pochissimi secondi per attività, fino a trovare quella che rispecchia più le sue esigenze. Ed ecco che Google Hotel Finder, l’alternativa a booking.com, in questa nuova modalità gioca un ruolo chiave.  Nella vecchia modalità di esplorazione, l’utente si muove soltanto andando avanti con le freccette e doveva andare a indovinare se le stanze stavano nella freccia a destra o quella a sinistra, oppure perdere vari minuti per esplorare tutto l’hotel per rendersi conto di cosa dispone.

      Con questa nuova modalità in pochi secondi si esplora tutto l’hotel! Ecco come:

      Modalità di navigazione:

      Ci sono innanzitutto due scenari principali di navigazione : 

      • la prima è lo scenario in cui l’utente ha trovato un hotel a cui è interessato in un sito esterno a Google, come Expedia, Trivago, Booking, Hotels.com, ecc, ma vuol farsi una ricerca per capire meglio la posizione sulla mappa in Google Maps o avere più informazioni. Ecco che quindi il visitatore inserirà il nome dell’hotel nella query di Google e avrà questo scenario:
      Come compare un hotel in Google.it
      Come compare un hotel per chi cerca in Google.it
      In basso,le aree dell'hotel, per una rapida e completa consultazione
      In basso,le aree dell’hotel, per una rapida e completa consultazione.
      • la seconda è lo scenario in cui un utente sceglie una struttura direttamente da Google Hotel finder, e lo scenario che si avrà davanti sarà il seguente:
      Un utente interessato inserisce una data e sceglie la struttura. La freccia evidenziata simboleggia la possibilità di esplorarne gli interni.
      Un utente interessato inserisce una data e sceglie la struttura.
      La freccia evidenziata simboleggia la possibilità di esplorarne gli interni.

      A questo punto, l’utente sceglie una struttura, e avrà davanti a se questo scenario:

      Google Hotel Finder2
      Pagina dell’hotel in Google Hotel Finder, con “guarda dentro”

      Cliccando su “Guarda dentro”, si esploreranno tutte le varie aree hotel, cliccando nelle freccie selezionate, come sotto:

      Google Hotel Finder4

      Google Hotel Finder5

      Google Hotel Finder3

        Vantaggi:

      Il vantaggio principale, oltre a garantire un ottima prima impressione, è che essendo basato sui server e sulle API di Google Maps,  è estremamente modulare e personalizzabile: con i dovuti strumenti di webmarketing, si possono realizzare delle applicazioni molto interessanti e prestigiose, come ha fatto la Royal Caribbean usando un sito dedicato per la promozione in modo innovativo della sua nave da crociera e il virtual tour per stupire i suoi potenziali clienti. Inoltre, è integrato nelle ricerche che fanno gli utenti. Sono gli utenti che, trovando la tua struttura, rimarranno piacevolmente impressionati dalla possibilità di esplorare l’interno, e inconsapevolmente gli fai risparmiare tempo, trovando tutte le informazioni visive che necessitano in pochi secondi , Inoltre, differenzia dai competitors, massimizza la presenza della tua attività sul web e ti semplificherà moltissimo il tasso di conversione. Potrei parlare del senso di fiducia che genera, prestigio e rafforzamento del brand, e di tanto altro ancora.

      Statistiche:

      Dai sondaggi effettuati da compagnie americane che lavorano nel settore turistico (come Property week, Best Western, Ice Portal, Realtor,  Hotel-seekers.com, eMarketer, HeBS,Google ThinkInsights ) è emerso che:

      • Le strutture che hanno un virtual tour sono viste fino al 40% in più rispetto a quelle che hanno solo tradizionali fotografie (fonte: Pew Internet Life Study);
      • Il 75% degli intervistati,potenziali clienti, hanno confermato che preferiscono visualizzare tramite virtual tour un attività piuttosto che una fotografia normale;
      • L’80% degli intervistati hanno dichiarato che contenuti multimediali sono molto importanti prima di decidere di acquistare un prodotto o servizio;
      • Best Western ha dichiarato di aver avuto fino al 48% in più di prenotazioni dopo aver realizzato il virtual tour di ogni sua struttura;
      • Ci sono casi in cui alcune strutture ricettive hanno aumentato fino all’85% le prenotazioni a seguito della realizzazione di un virtual tour;
      • I siti di hotel che hanno un virtual tour integrato, intrattengono fino a 3 volte i visitatori. Rimanendo di più all’interno del sito, aumenta il tasso di conversione.
      • I viaggiatori scelgono in media fino a 3-4 strutture prima di fare una scelta;
      • Le stime dichiarano che il ROI (return of investment ) è meno di 4 settimane;

      Tutti i dati posti sopra sono verificati e ricercabili su Google (in inglese). Se sei interessato, o vuoi approfondire, contattami !